sabato 6 aprile 2013

Recensione *Speak. Le parole non dette* di Laurie Halse Anderson

Buon sabato a tutti!
Oggi recensisco Speak!!!

Speak. Le parole non dette di Laurie Halse Anderson
Trama:

Melinda Sordino ha tredici anni e un segreto. L'estate prima di entrare al liceo, durante una festa, viene violentata da uno dei ragazzi più popolari della scuola. Ancora sconvolta, Melinda chiama la polizia, e nel fuggi fuggi generale non riesce a confessare la violenza subita. Quando pochi giorni dopo le amiche di Melinda scoprono che è stata lei a chiamare la polizia e a rovinare il party, non pensano a chiederle spiegazioni, ma la maltrattano e smettono addirittura di salutarla. Melinda si isola e comincia ad avere difficoltà a parlare sia a scuola che a casa. Fino a che...


Il romanzo racconta della storia di Melinda Sordino. L'estate prima di iniziare il liceo era felice. Tutto andava per il verso giusto. Aveva tantissime amiche, aveva un buon rapporto con i genitori, e i suoi voti erano ottimi. Ma tutto cambia appena entra al liceo. Tutto precipita. Melinda adesso è sola, non viene capita da nessuno, il buon rapporto che aveva con i genitori si è pian piano sgretolato e adesso Melinda non parla quasi più.
È tutto questo avviene a causa di un terribile avvenimento. Melinda è costretta a convivere con un orribile segreto...
Innanzi tutto trovo perfetta la cover di questo libro!
Il volto è senza una bocca. Proprio come sembra essere Melinda. Lei si è chiusa in se stessa.
Sovrapposto al volto c'è un albero (il simbolo su cui ruota attorno l'intero libro) con molte foglie, ma quelle foglie sembrano proprio delle bocche. Le bocche di tutti coloro che parlano, parlano, parlano invece di ascoltare. Invece di ascoltare ciò che Melinda ha da dire. Dunque ripeto: la cover è assolutamente perfetta!!!
"Quando la gente non si esprime, muore un po' alla volta..."
Mi ci è voluto un po' ad adattarmi allo stile di questo libro.
Arrivata a metà libro ha iniziato a piacermi molto, le prime pagine invece le ho trovate un po' confusionarie, venivano tralasciati molti spazi temporali, e i dialoghi erano davvero pochi.
I personaggi sono poco descritti, al contrario Melinda viene descritta tanto dall'autrice e stranamente ho molto apprezzato che il libro desse molto spazio a Melinda e ai suoi pensieri.
3 stelline su 5 per Speak!
Tutto sommato mi è piaciuto. La storia racconta un'esperienza di vita. E insegna a non arrendersi, con il tempo le cose andranno meglio...
 
 
 

"Parlare sta diventando complicato. Ho la gola sempre secca e le labbra scorticate. Quando mi sveglio al mattino, la mascella è talmente serrata che mi fa male la testa.
A volte la bocca si rilassa con Heather, quando siamo da sole.
Ogni volta che provo a parlare con i miei o con un professore, balbetto o mi blocco.
Che cosa ho di sbagliato? È come se avessi una specie di laringite spastica..."
 

19 commenti:

  1. mi incuriosisce moltissimo....credo che lo leggerò...mi è piaciuta molto la recensione:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie :) sì è carino il libro! Poi fammi sapere!

      Elimina
  2. L'ho letto più di un anno fa, e concordo con te mi sembra di avergli dato lo stesso voto. :D

    RispondiElimina
  3. Sembra molto interessante, mi sa che lo leggerò :)

    Ti ho lasciato un premio http://agameoftardis.blogspot.it/2013/04/premio-blogger-simpatico.html

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie!!! Poi fammi sapere cosa ne pensi! :)

      Elimina
  4. A giudicare dalla trama e dalla tua recensione, sembra davvero bello!! *__* Profondo e struggente... lo metto in WL di sicuro, anche se forse aspetterò un po' prima di leggerlo, in questo periodo sono di umore abbastanza refrattario alle storie molto tristi e tragiche! :(

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per adesso allora ti conviene starne alla larga! :)

      Elimina
  5. davvero bella recensione...da mettere in lista!! =)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ho visto stai leggendo Pretty Little Liars... anche tu segui il telefilm?!? =)

      Elimina
  6. Ciao!
    Perdonami se esco fuori tema, ma volevo informarti che ti ho premiata con il Liebster Blog Award!
    Quando puoi, passa dal mio blog per leggere il regolamento.
    Saluti,
    Scarlett.

    RispondiElimina
  7. Lo devo assolutamente leggere e devo vedere il film ^^ Bella recensione, non so proprio quando lo comprerò...è in WL da un'eternità e a volte esce dalla WL per poi rientrarci come adesso XD

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Poi fammi sapere! Ahahaha XD non immagini quanto spesso capita a me! Prima li metto in wishlist, poi li levo, poi li rimetto... Alla fine va a finire che li leggo tutti :D

      Elimina
  8. Wow sembra davvero bello !!!!
    Lo voglio leggere *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sì, a me è piaciuto! Chissà se piacerà anche a te!

      Elimina
  9. Questo libro mi è piaciuto tanto. La Anderson ha un modo molto particolare di trattare certi argomenti delicati, riesce a farti capire davvero quale sia il modo di pensare di alcuni ragazzi o ragazzi che hanno problemi. Se non gli hai letti ti consiglio i suoi due altri libri tradotti in italiano, Le emozioni difettose e Wintergirls!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Hai proprio ragione! La Anderson riesce proprio a creare dei personaggi reali!
      I libri sono entrambi in lista! :) Wintergirls credo proprio che lo leggerò a breve!

      Elimina

Adoro i commenti, mi fanno sentire ascoltata ♥
Vi ringrazio davvero, ricambierò la visita nei vostri blog presto...
Peace and Love