giovedì 21 marzo 2013

Recensione *Il precario equilibrio della vita* di Giorgio Marconi

Ciao a tutti! :)
Oggi mi ritrovo a recensire un libro un po' diverso dal solito.
Si tratta del romanzo Il precario equilibrio della vita dell'autore italiano Giorgio Marconi.

Il precario equilibrio della vita di Giorgio Marconi
Trama:
 
Giulio Matreschi, pittore, ricoverato in una casa di riposo, racconta la sua vita a Goffredo, impiegato delle poste che va a trovarlo per consegnargli una lettera giunta a destinazione con un ritardo di cinquant'anni. È la lettera di Clara, l'unica donna che il pittore abbia mai amato e che, se ricevuta nel 1939, avrebbe potuto cambiare la sua vita. Alla vicenda si intreccia la simpatia che nasce tra Goffredo e Yvonne, infermiera della casa di riposo. Le storie dei tre protagonisti si legano nella cognizione che l'Amore non è mai sprecato, ma trova il modo di esprimersi anche a distanza di decenni. Amore che riesce finalmente ad abbracciare le loro esistenze, in bilico e sempre alla ricerca di un equilibrio pur nella consapevolezza della sua inconfutabile precarietà.
 
 
É sorprendente come una scelta, una decisione o un imprevisto possano cambiare il corso di un intera esistenza. 
Ma cosa determina il nostro futuro? Le nostre scelte o il destino?
Il precario equilibrio racconta principalmente della storia di Giulio, pittore novantenne ricoverato in una casa di cura per ex artisti. 
Un giorno un impiegato delle Poste italiane, Goffredo, viene incaricato di portare una lettera, andata perduta più di 50 anni fa, a Giulio.
A scrivere è Clara, il vero amore di Giulio. Ma Giulio ha un certo timore ad aprire la lettera...
Aprendola potrebbe rendersi conto che tutto ciò che ha fatto sia stato un errore. Tutta la sua vita sarebbe potuta cambiare se la lettera non fosse andata perduta.
«Meglio avere il ricordo di quell’amore puro e perfetto che vederlo sbiadire e magari logorarsi e svanire nel corso di una vita» ci spiega Giulio.
Giulio dovrà prendere una decisione...
Ma lui non è l'unico protagonista del libro.
Ci verrà anche raccontata la storia Yvonne, la capo infermiera della casa di riposo, la quale dovrà fare i conti con il suo passato. E poi c'è Goffredo, che si rivelerà molto interessato ad ascoltare la storia di Giulio...

Il libro viene alternato da diversi punti di vista. Avremo il punto di vista di Goffredo, quello di Yvonne e quello di Giulio.
 "La vita è come un lungo viaggio. Con tante fermate e tante possibilità di prendere coincidenze, cambiare percorso o tornare indietro eventualmente. Ogni metro percorso è un metro in meno che ci separa dalla meta finale, ogni fermata raggiunta è una fermata in meno e una possibilità in meno di cambiare rotta..."





Il precario equilibrio della vita é un romanzo interessante e a parer mio mai noioso, pur non essendo il genere di romanzo che preferisco.
Simpatica e coinvolgente, la storia coinvolge il lettore dalla prima all'ultima pagina. E a rendere ancora piú interessante il libro verranno fuori diversi intrecci...
Consigliato a chi cerca qualcosa di leggero. Il precario equilibrio della vita é una lettura breve, dato che l'ho divorato in poche ore, e molto coinvolgente.
Vi piacerà di sicuro!
 

4 commenti:

  1. anche a me era piaciuto per il significato profondo della storia..bellissime le immagini

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grz! Sì il libro ha un bel significato :)

      Elimina
  2. Anche a me era piaciuto!! :D Un romanzo breve, ma ricco di significato! ;)
    A presto!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Proprio il tipo di romanzo che ti coinvolge tantissimo!!! :)

      Elimina

Adoro i commenti, mi fanno sentire ascoltata ♥
Vi ringrazio davvero, ricambierò la visita nei vostri blog presto...
Peace and Love